Centro Benessere Napoli

Prenditi cura della tua pelle durante lo sport

Lo sport fa bene e non c’è bisogno di scomodare alcuno studio internazionale per affermarlo: aiuta l’umore, fa scaricare stress ed ansia, è un potente detox meccanico e provvede a fornirci uno stato psicofisico impeccabile.

Non ci sono scuse per evitarne anche una piccola dose quotidiana nelle nostre vite.

Ovviamente, però, questa fatica fisica ha anche delle controindicazioni, soprattutto d’estate, quando gli sforzi vanno tassativamente ridotti per non sopperire al caldo; inoltre, ogni donna sa che una bella sudata può sciogliere anche il make up più resistente e letteralmente ricoprire l’epidermide, soffocandola sotto una coltre fastidiosa, acida e – ahinoi – anche maleodorante.

Come prendersi cura della pelle, quindi, durante lo sport? Ecco tutto quello che c’è da sapere!

Bere, tanto

Lo so, lo diciamo sempre, in qualunque contesto: che siano stagioni torride o ghiacciate, che si abbia o meno una pelle a buccia d’arancio, il comandamento generale è sempre quello di bere tanto.

In questo caso, però, la raccomandazione è ancora più importante perché, durante gli allenamenti, il corpo va sotto sforzo e, come sappiamo, suda: senza bere a sufficienza possiamo addirittura rischiare un collasso o, comunque, di restare disidratate; un rischio che – come si intuisce – va ben oltre la salute della pelle!

Riposare a sufficienza

Anche quello di riposare per le classiche 8 ore è un consiglio che ci sentiamo dare spesso; ovviamente, ognuno ha i propri ritmi e le proprie esigenze (c’è anche chi sente di essere perfettamente riposato dopo 6 ore, i cosiddetti short sleepers), ma l’importante è dormire a sufficienza in modo da sentirsi sempre perfettamente ristorati.

Un ottimo ed indisturbato sonno, infatti, tra le altre cose, rinforza la barriera protettiva della pelle.

Vitamine e sali minerali

Anche gli sport drink possono essere un’ottima idea, da vagliare soprattutto in contesto di allenamenti molto lunghi, ravvicinati o faticosi: il corpo, infatti, può perdere fino a 1,800 ml di liquidi al giorno a causa della traspirazione, inclusi vitamine e preziosi sali minerali che, in questo modo, potrebbero venir facilmente reintegrati.

Detersione

Passiamo, ora, alla detersione: perché la pelle non va curata soltanto dall’interno!

Un’epidermide perfettamente idratata avrà sicuramente più difese contro sforzi, secchezza e sudorazione, ma va anche delicatamente igienizzata, post-allenamento, magari attraverso un detergente in schiuma o in crema; in caso di tendenza ad imperfezioni e inestetismi, un esfoliante delicato può fare la nostra fortuna perché libera dalle cellule morte e “pulisce” i pori, evitando l’accumulo di sebo e sporco che è la prima causa di brufoletti e punti neri.

Idratazione

Infine, anche una bella dose di idratazione dall’esterno ha il suo ruolo, inizialmente forse addirittura migliore attraverso una acqua per il viso in formato spray.

In effetti, la pelle, dopo l’attività sportiva, risulta calda, affaticata, potentemente stimolata e, quindi, più facile alla sudorazione. Utilizzare subito una crema dalla texture super densa potrebbe occludere i pori che, invece, hanno bisogno di respirare. Una fresca acqua idratante può fare un ottimo lavoro, anche sul corpo, aspettando che l’epidermide si riequilibri.

E se fai sport all’aperto, durante le stagioni calde, occhio a non dimenticare la protezione solare! Non solo per non ritrovarti rossa come un peperone, ma anche per evitare di sottoporti ai rischi conseguenti all’assorbimento di pericolosi raggi UV che hanno anche controindicazioni tumorali, come i TG ci ricordano ogni estate.

Buon allenamento!

Author Info

Simona Vitagliano

Uso le parole come fossero numeri e i numeri come fossero parole. Blogger, Copywriter, Editor. Tutor di Matematica e Fisica.