Centro Benessere Napoli

Marie Kondo: tutti i segreti del metodo KonMari Beauty

Chi ha il pallino del decluttering e dell’ordine in casa conoscerà sicuramente ogni dettaglio del metodo KonMari, un insieme di strategie efficaci per liberarsi del superfluo ed ottimizzare gli spazi (e le spese) illustrate e spiegate anche attraverso una serie Netflix.

Autrice è la scrittrice giapponese Marie Kondo, famosa in tutto il mondo, oramai, per i suoi libri e le sue teorie in tema economia domestica e diventata un vero mostro sacro del settore; nonostante ci sia chi dichiari apertamente di non aver sposato la sua causa (per divergenze di vedute o perché ritiene che la cultura orientale differisca troppo da quella occidentale), la Kondo è un punto di riferimento importante ed un termine di paragone quasi assoluto nella questione, in positivo come in negativo. Insomma, le sue idee possono essere condivise o meno, ma è impossibile non conoscerle: il suo metodo è diventato mainstream.

Ma sapevate che tutto questo è applicabile anche alla routine beauty?

Beauty decluttering

Secondo la dermatologa newyorkese Marnie Nussbaum, essere bombardate ogni giorno da spot, volantini, annunci e pubblicità di ogni tipo riguardo tantissimi prodotti diversi riesce a frastornarci e a farci desiderare più di quello che realmente ci servirebbe per assolvere alle nostre esigenze e risolvere i nostri eventuali specifici problemi.

L’idea di base è di eliminare il superfluo, anche in questo caso, optando per un paio di prodotti universali per tutti (tonico, per perfezionare l’azione del latte detergente, e protezione solare di fattore 30 per tutto l’anno) ed altri scelti apposta in base al proprio tipo di esigenze.

Chi soffre del problema della pelle secca, ad esempio, non può rinunciare a cosmetici idratanti ed esfolianti, molto delicati e con proprietà di riparazione. Tutti quelli a base di alcol, solfato e, in generale, sostanze troppo aggressive o in grado di seccare la pelle vanno tassativamente eliminati.

Chi combatte ogni giorno con un’antipatica tendenza acneica, invece, può fare affidamento su detergenti ugualmente non aggressivi ma specifici, antisettici (ottima la texture in gel) e decongestionanti; quindi, assolutamente sì a formule detox, antinfiammatorie e lenitive a base di camomilla, calendula etc. Anche in questo caso, meglio evitare l’alcol e dedicarsi a creme idratanti (ebbene sì, la pelle va nutrita anche quando pullula di brufoletti!) con una formulazione pensata proprio per contrastare questo tipo di problema, da applicare una volta che la cute sia stata opportunamente detersa e disinfettata: il rischio, altrimenti, è che le concentrazioni batteriche finiscano per diffondersi ed espandersi anche in altri punti del viso.

A questo punto, vale la pena esplorare anche il caso della pelle mista: è l’incubo di molte, perché nella stessa persona coesistono zone dell’epidermide secche ed altre grasse, brufoli e spaccature da disidratazione… è il contesto migliore per applicare un latte detergente antinfiammatorio e riequilibrante, un siero che dia uniformità ad eventuali linee marcate, rughe ed imperfezioni, un’esfoliazione delicata, un’idratazione lenitiva e, eventualmente, anche una maschera schiarente che nutra, rivitalizzi e illumini l’incarnato.

Pelle sensibile

In tutti questi casi, però, può capitare di avere non solo qualche problemino da risolvere, ma anche una pelle molto sensibile da trattare con cosmetici che non interagiscano in negativo con queste fragilità (che sono diverse di persona in persona). Di base, chi ha una pelle così caratterizzata riesce a tollerare meglio un detergente in gel o in texture lattea, un siero calmante e lenitivo e una crema estremamente fluida e delicata, che si assorba velocemente e contribuisca a creare una barriera protettiva.

Una volta capito quali sono i cosmetici ed i prodotti più adatti al vostro tipo di pelle, insomma, tutti gli altri potranno essere eliminati dal mobiletto del bagno, dal beauty case… e dal vostro carrello spesa!

Un bel risparmio che si allinea ad un’ottimizzazione mirata.

Author Info

Simona Vitagliano

Uso le parole come fossero numeri e i numeri come fossero parole. Blogger, Copywriter, Editor. Tutor di Matematica e Fisica.