Centro Benessere Napoli

Mani e piedi: il linguaggio del corpo

L’ayurveda è la medicina tradizionale indiana, diffusasi sin dall’antichità e ancora oggi più utilizzata della medicina occidentale nella sua terra d’origine.

Secondo questo approccio alla salute, il corpo umano sarebbe pervaso da tre tipi di energie vitali differenti, in grado di determinare l’equilibrio, la salute e la malattia degli individui.

Si tratta di un sistema molto complesso ed articolato, dove la prevenzione è più importante dell’attuazione stessa delle terapie, poichè il suo fine è allungare la vita delle persone in una modalità che la renda armonica con la natura che le circonda.

In questo schema di conduzione della salute, possiamo andare a scoprire che ruolo hanno i piedi e le mani e, soprattutto, cosa sono in grado di svelarci sul nostro corpo e sui nostri problemi fisici.

Piedi

Nella medicina ayurvedica i piedi rappresentano un elemento di aria, poichè legati al movimento, ma anche alla stabilità, permettendoci il contatto con la terra: nella loro pianta, tra l’altro, ci sono le zone “riflesse” del corpo e, attraverso diretta stimolazione, si può addirittura andare ad intervenire direttamente su queste aree (riflessologia plantare). È proprio da uno studio del genere che si può risalire alla salute generale di un individuo, che si possono analizzare eventuali problemi o squilibri e che, al contempo, attraverso massaggi mirati, si possono procurare immensi benefici psicofisici assolutamente da non sottovalutare (utili per distendere, rilassare, intervenire su mal di testa, stress e ansia).

Mani

Secondo la medicina tradizionale indiana le mani, invece, sono un elemento di fuoco, poichè sono in grado di creare e plasmare.

Nel loro palmo si trovano “riflessi” i vari apparati con i relativi organi interni, attraverso le linee e le dita, che li individuano uno ad uno.

In questo modo, al palmo della mano, all’attaccatura del polso, corrisponde la cavità pelvica, l’apparato escretore e quello riproduttivo; risalendo verso la punta delle dita si trovano riflesse la cavità addominale, quella toracica, la gola e la cavità cranica; infine, ai pollici corrispondono cervello e cranio, all’indice i polmoni, al medio l’intestino tenue, all’anulare i reni e al mignolo il cuore.

Ecco perchè, secondo questa tradizione medica indiana, una giusta lettura è in grado di dare risposte importanti!

Author Info

Simona Vitagliano

Uso le parole come fossero numeri e i numeri come fossero parole. Blogger, Copywriter, Editor. Tutor di Matematica e Fisica.