Centro Benessere Napoli

Il tuo colore ideale? Scoprilo con l’armocromia

Un make up perfetto non è fatto solo di linee nette, sfumature precise e prodotti sicuri: il segreto più grande è racchiuso nella scelta della palette cromatica.

L’armocromia studia proprio questo: il modo in cui abbinare le nuance di ombretti, blush, rossetti e eye liner, in base ai propri personalissimi colori.

La classificazione per stagioni

Ogni donna ha i suoi colori: la pelle, i capelli, gli occhi sono tutte espressioni della sua fisicità unica ed irripetibile, che può essere valorizzata al meglio seguendo alcune semplici regole.

Confrontando questi toni con quelli delle stagioni, secondo la teoria della consulente di immagine statunitense Bernice Kentner, si può scoprire a quale famiglia si appartiene e, quindi, a quale palette cromatica votare il proprio stile.

La donna primavera, ad esempio, è di un biondo carico, che può attraversare i toni dal miele al rame; anche gli occhi sono scuri, ma attraversati da una luce che li rende abbaglianti: castano chiaro, nocciola, castano-verde sono tipici occhi “primavera”. Il colorito è uniforme, chiaro, tendente all’avorio o al dorato. In questo caso, i colori da scegliere sono caldi ma tenui, come l’arancione, il marrone, il beige, anche il giallo o il rosso, passando per il terracotta, l’azzurro cielo, il verde acqua, il turchese, il grigio, persino il verde oliva/mela/lime e il violetto. Da evitare assolutamente restano i colori troppo scuri, che non riescono a riflettere luminosità.

La donna estate, invece, è così lucente che può avere toni ancora più freddi, quasi glaciali: capelli biondo platino, occhi chiari (azzurri, grigi o di ghiaccio, ma anche nocciola chiaro tendente allo smeraldo) e pelle candida.

I colori ideali? Freddi, a base rosata o bluette (lavanda, bianco perla, giallo limone etc), con un “no” secco e deciso per i più scuri.

La donna autunno ha tutto un altro sapore ed è decisamente più mediterranea: capelli rossi/ramati o castani, occhi marroni, nocciola-verde o verde-giallo, carnagione ambrata, toni non troppo scuri e magari anche lentiggini.

In questo caso, tutti i colori caldi, legati all’autunno, risultano perfetti, mentre quelli troppo chiari o troppo scuri sono da evitare.

Infine, la donna inverno può avere la carnagione ed i capelli sia chiari che scuri, a patto che risaltino come di una tonalità “fredda”, resa ancora più glaciale da occhi estremamente chiari, ad esempio azzurri, oppure molto scuri e penetranti, completamente neri. Una fisicità decisamente magnetica a cui si abbinano perfettamente colori vivaci e intensi e che mal si concilia, invece, con colori autunnali.

 

E voi, che stagione rappresentate?

Author Info

Simona Vitagliano

Uso le parole come fossero numeri e i numeri come fossero parole. Blogger, Copywriter, Editor. Tutor di Matematica e Fisica.