Centro Benessere Napoli

Il primo museo del make up a New York

Fashion e make up addicted, allacciatevi le cinture: a Maggio 2020 si vola tutte a New York!

Il Meatpacking District, quartiere commerciale alla moda nell’estrema periferia occidentale della Grande Mela, inaugurerà il primo museo del globo dedicato al mondo del make up.

Curiose di saperne di più?

La prima mostra

Non sorprende che, finalmente, qualcuno abbia pensato di dedicare un polo culturale all’arte del make up: trucchi e cosmetica, in infinite forme e proposte diverse, esistono ormai da oltre 10mila anni e hanno abbellito ed adornato le donne (ma anche gli uomini) di ogni tempo e di ogni luogo, dall’Oriente all’Occidente, dalla preistoria ad oggi.

È la sapiente bravura di mettere in risalto i punti di forza e, contemporaneamente, rendere invisibili le imperfezioni, è quell’insieme di strategie che consentono di apparire al meglio e di sentirsi sempre a posto, personalizzando il proprio aspetto a seconda delle occasioni del quotidiano e della vita: nessuna donna, per quanto casual o sportiva, può dirsi realmente svincolata o non affascinata dalla possibilità di potersi prendere cura di se stessa per ritrovarsi in armonia con la figura che vede al di là dello specchio. Ed è anche per questo che la prima mostra che il Makeup Museum ospiterà sarà “Pink Jungle: 1950s Makeup in America“, con protagoniste le eterne icone di bellezza del calibro di Marilyn Monroe, Greta Garbo e Audrey Hepburn.

Si partirà, quindi, dagli anni ’50, un’epoca considerata il punto di svolta per la nascita e l’evoluzione dell’arte del make up moderna, anche grazie al contributo fondamentale di moltissimi brand di bellezza, già attivi da inizio Novecento, che hanno fatto la storia del settore, tra cui Elizabeth Arden, Max Factor o Helena Rubinstein.

Beauty look

Agli indimenticabili fifties appartengono tantissimi beauty look che sono rimasti evergreen e che, a fasi alterne, continuano ad influenzare i nostri trend più attuali, come il rossetto rosso fuoco o lo sguardo cat eye, “cugino” dell’odierno smokey eyes che impazza in ogni stagione e si rinnova sfruttando colori differenti e nuove tecniche.

Sicuramente, con il passare del tempo ed i progressi della scienza è diventato sempre più facile ed economico reperire prodotti sicuri e di alta qualità, con texture diversificate, formulazioni specifiche o modalità di applicazione più congeniali, ma nel nuovo millennio dobbiamo ancora molto a quegli anni di rivoluzione che hanno contribuito anche a rafforzare il ruolo della donna nella società.

Perché il make up, come affermato nel video-spot di presentazione, è una firma.

Insomma, non resta che prenotare il volo per prendere parte a questo evento unico che colorerà la primavera 2020!

Author Info

Simona Vitagliano

Uso le parole come fossero numeri e i numeri come fossero parole. Blogger, Copywriter, Editor. Tutor di Matematica e Fisica.