Centro Benessere Napoli

Il make-up anti raffreddore

Il naso rosso e un po’ umido, gli occhi lucidi, la pelle secca e il contorno labbra screpolato a furia di passarci sopra i fazzolettini: quanto è antipatico il raffreddore!
Se, poi, compare senza alcun sintomo influenzale invalidante e ci “costringe” a continuare ad uscire di casa, l’effetto è ancora più devastante, perché finiamo per sentirci a disagio e completamente al peggio di noi in qualsiasi situazione, al lavoro come ad un evento importante a cui non possiamo proprio mancare.

Questo tipo di episodi si fa talmente tanto frequente nelle stagioni più fredde dell’anno, che vale la pena capire come correre ai ripari nella maniera migliore possibile; ad esempio, qual è il make up migliore da sfoggiare in queste circostanze? Può davvero essere correttivo e salvavita?

Parola d’ordine: idratazione!

Come ricordiamo sempre – ma in questo caso vale anche di più – la prima cosa su cui focalizzarsi è l’idratazione, dall’interno e dall’esterno. Se d’estate lo si fa per aiutare la pelle a restare morbida nonostante i potenti e caldi raggi solari, in inverno si rende necessario per nutrirla e renderla meno fragile alle temperature esterne e agli agenti atmosferici (vento, neve etc) che potrebbero sicuramente concorrere a rovinarla.

Quindi è assolutamente fondamentale bere molto e avere sempre a portata di mano una buona crema idratante per il viso, oltre ad una per le mani e ad un balsamo per le labbra. Mai uscire e truccarsi senza!

Make up

Un viso idratato è un’ottima base per cominciare a stendere il trucco; per le labbra, invece, meglio eliminare grossi residui di balsamo per evitare un effetto “sbrodolato” del rossetto. Vediamo come procedere!

Piuttosto che una BB Cream (che sarebbe troppo leggera) o un fondotinta opacizzante (che sarebbe troppo pesante e rischierebbe di far soffocare la pelle, oltre che di sparire dopo qualche soffiata di naso), un pimer illuminante può rappresentare la soluzione, abbinato ad un fondotinta idratante, il tutto applicato con una spugnetta (per evitare ulteriori “traumi” ad una pelle già stressata dal freddo). Assolutamente sì anche ad un buon correttore (sempre idratante e mai troppo “secco”) che possa aiutare a lenire quell’effetto sgradevole di arrossamento e occhiaie-orrore dovute alla stanchezza e alle naturali dilatazioni dei capillari che sono frequenti questo periodo. Anzi, un sapiente utilizzo dei correttori colorati (da scegliere in base agli opposti sulla scala cromatica per “neutralizzare” i nemici dell’omogeneità) può fare miracoli sulle imperfezioni del momento!

Sopracciglia naturali e ombretti chiari e neutri saranno perfetti per illuminare senza dare in ritorno quell’effetto “panda” che, in questi periodi, sarebbe praticamente ovvio, con gli occhi stanchi e arrossati che ci si ritrova; a questo proposito, meglio evitare anche glitter e altri tipi di “focus” nella zona perioculare, oltre al trucco delle rime interne che potrebbe essere ulteriore causa di lacrimazione. La maggior parte del lavoro, in effetti, sarà affidata al mascara – rigorosamente waterproof – che incornicerà lo sguardo senza appesantire il trucco.

Allo stesso modo, anche le labbra vanno tenute idratate e naturali, con un gloss, un burrocacao colorato o, al massimo, un rossetto idratante.

Per il resto, meglio evitare il più possibile prodotti in polvere, come terra, cipria o blush, perché sono le principali cause della secchezza cutanea: se proprio non potete farne a meno, limitatene l’applicazione nei punti chiave!

Author Info

Simona Vitagliano

Uso le parole come fossero numeri e i numeri come fossero parole. Blogger, Copywriter, Editor. Tutor di Matematica e Fisica.