Centro Benessere Napoli

Come sbarazzarsi delle macchie scure della pelle

Le macchie scure della pelle costituiscono un vero e proprio incubo per le donne che amano mostrare un colorito salutare ed omogeneo, soprattutto quando la comparsa è piuttosto anticipata: non sono, infatti, solo le appartenenti al range dei 35-60 anni a soffrirne, ma anche le giovanissime, constatato che la luce del sole, quando troppo diretta e non filtrata attraverso opportuni cosmetici solari, è in grado di creare problemi di questo tipo, anche di portata inferiore, come accade con le efelidi (piccoli “nei”, simili a lentiggini, creati dall’esposizione non protetta).

Fermo restando che sarebbe sempre opportuno rivolgersi ad un dermatologo per stabilire quale possa essere la terapia da utilizzare nel proprio specifico caso, passando al vaglio della cosiddetta Luce di Wood, la lampada in grado di dare risposte precise sui vari tipi di macchia, esistono, tuttavia, dei rimedi abbastanza universali che, coadiuvati tra loro, possono dare ottimi risultati, diventando delle vere e proprie cure di prevenzione e mantenimento.

Gli step

Schiarire le macchie e, quindi, combattere l’iperpigmentazione è possibile attraverso una vera e propria strategia di salute per la pelle. I suoi step sono:

  1. Protezione – soprattutto chi ha la pelle delicata, non può pensare di difenderla dal sole soltanto nelle stagioni calde; buona abitudine è utilizzare delle creme solari a basso indice di protezione per tutto l’anno, per schermarla dagli attacchi esterni ed aiutarla a restare candida;
  2. Prodotti idonei – ottima strategia è quella di utilizzare anche cosmetici illuminanti o uniformanti, per aiutare il viso a trovare la sua armonia, anche durante una fase di cura;
  3. Esfoliazione – eliminare le cellule morte e stimolare la rigenerazione di quelle nuove è fondamentale in questi casi, più del solito; assolutamente sì, quindi, a scrub delicatissimi pensati per la skincare del viso, da utilizzare con regolarità; il consiglio? Scegliere con cura la variante con microgranuli o quella chimica (con acidi), a seconda degli altri cosmetici in uso, per evitare troppi interventi aggressivi contemporanei;
  4. Idratazione – come sempre, la parola d’ordine è “idratare”; in questo caso, anzi, dovendo fare ricorso anche ad altri tipi di prodotti (spesso di base acida, come vedremo), l’ideale è scegliere creme con componenti lenitive che aiuteranno a combattere eventuali rossori, irritazioni e reazioni della cute.

I cosmetici

Assodato che anche una buona dose di integratori mirati (tra cui la Vitamina C, sia in pastiglie che in siero da applicare localmente, in grado di fare miracoli) e di filtri solari siano una combo perfetta per combattere l’insorgenza o il peggioramento di queste macchie, esistono dei cosmetici ad hoc che vale la pena vagliare per intervenire in maniera assolutamente specifica e funzionale.

Tutto si basa su un’unica istruzione: cercare di rendere inattive quelle cellule che producono un eccesso di melanina, contemporaneamente intervenendo su uno schiarimento delle macchie interessate e stimolando, come detto, la rigenerazione dei vari strati di epidermide: in genere, si ricorre a cosmetici a base acida che, però, non vanno assolutamente utilizzati in estate o, comunque, nelle stagioni in cui il sole è particolarmente forte.

Questo perché tutto finirebbe per sortire esattamente l’effetto contrario!
Quindi sì a preparazioni galeniche a base di idrochinone, ad acidi esfolianti e prodotti depigmentati ma, in estate, meglio ripiegare su cosmetici dermoschiarenti che non si fondino su questi principi attivi (ma, ad esempio, a base di estratti di liquirizia) in modo che ci si possa dedicare anche alla tintarella senza preoccupazioni!

Author Info

Simona Vitagliano

Uso le parole come fossero numeri e i numeri come fossero parole. Blogger, Copywriter, Editor. Tutor di Matematica e Fisica.